gem pages image

Armocromia e capelli: ad ognuno la propria stagione

HOW TO

Ti è mai capitato? Lo splendido effetto che un certo colore fa su un’altra persona su di te invece non funziona. Oggi vedremo perché accade.

Se ne sente parlare correntemente solo da qualche anno, ma per i professionisti del settore beauty, della moda e della consulenza d’immagine l’armocromia e le sue stagioni non sono una novità. Cos’è l’armocromia? Si tratta di una tecnica per “raggruppare” le persone secondo le loro caratteristiche cromatiche, o meglio in base all’insieme dei colori del viso, cioè carnagione, occhi, capelli e – non dimentichiamo – sopracciglia.

L’armocromia usa la metafora delle stagioni per creare questi gruppi. A ciascuna stagione dell’armocromia corrisponde una palette cromatica che la mette in risalto e, come contraltare, una serie di colori sconsigliati (o comunque da usare con misura).

gem pages image

Le quattro stagioni dell’armocromia

L’affinità che si crea tra i colori del viso e quelli che indossiamo – sotto forma di abbigliamento, make-up e, naturalmente, di tinta per i capelli – ci valorizza. Viceversa se tra questi elementi si genera disarmonia cromatica, il risultato non ci rende giustizia. Un nuovo colore di capelli infatti può illuminare, ringiovanire, addolcire il volto o, al contrario, spegnere lo sguardo, farci dimostrare qualche anno in più e indurire i lineamenti.

Quali sono le caratteristiche che l’armocromia considera per stabilire se un colore ti dona o meno? O per definire quali nuance ti stanno meglio? In pratica, come capire di che stagione sei?
- Sottotono dell’incarnato, che può essere freddo o caldo.
- Valore cromatico complessivo di pelle, occhi e capelli, che può essere chiaro o scuro.
- Contrasto: è basso quando, che sia chiaro o scuro, l’insieme di pelle, occhi e capelli risulta cromaticamente omogeneo; altrimenti è alto.
- Intensità bassa o alta, vale a dire che si armonizza con colori soft e delicati oppure brillanti e forti.

Le quattro stagioni dell'armocromia

In base a queste variabili una persona appartiene a una di queste macro categorie si definiscono le quattro stagioni dell’armocromia:
- Inverno: sottotono freddo, valore scuro, intensità alta.
- Primavera: sottotono caldo, valore chiaro, intensità alta.
- Estate: sottotono freddo, valore chiaro, intensità bassa.
- Autunno: sottotono caldo, valore scuro, intensità bassa.

Puoi capire di che stagione sei facendo da te un test dell’armocromia (ne trovi diversi online) o affidandoti a chi si occupa di consulenza d’immagine. Che si parli di abiti, trucco o capelli, il principio base dell’armocromia è seguire i propri colori naturali, in particolare non “contraddire” il sottotono freddo o caldo che, semplificando un po’, è il parametro che guida il tutto.

L’armocromia applicata ai capelli

Per il viso i capelli sono una vera e propria cornice, è perciò inevitabile che dal punto di vista cromatico interagiscano in modo stretto. Vuoi cambiare o rendere più ricco il colore dei capelli seguendo la tua stagione armocromatica? Allora parti dal tuo colore naturale: osserva le radici, le sopracciglia, delle vecchie foto etc. Di solito c’è un’armonia innata nei colori che madre natura ci dona.

Dunque l’armocromia suggerisce di rimanere sui colori caldi se la tua stagione è primavera o autunno, di mantenere invece il freddo del sottotono se sei un tipo inverno o estate. Ciò non significa che una chioma mora non possa diventare bionda e viceversa. Puoi salire e scendere le scale del chiaro/scuro e dell’intensità del colore mantenendone però la temperatura naturale, calda o fredda che sia.

Ciò vale sia nel caso tu faccia la tintavera e propria, sia nel caso tu voglia intensificare e illuminare il tuo colore naturale o cosmetico, per esempio con la nostra linea Alchemic che propone l’abbinata shampoo e conditioner colorati con pigmenti puri nei toni argento (per capelli biondo platino, con mèches o grigi), dorato, tabacco e cioccolato (per capelli da castani a neri), rame e rosso.

Rispettando sempre lo stesso principio puoi anche osare dei colori creativi, ad esempio sempre grazie ai Creative Conditioner della linea Alchemic, con cui puoi sperimentare una colorazione temporanea nelle nuance pastello e nelle sfumature del blu.

gem pages image

Sottotono freddo

Quindi se hai il sottotono freddo con i capelli castani, da medi a scuri, o neri del tipo invernopuoi schiarirli leggermente, per esempio, con qualche tocco di biondo cenere. Con capelli biondo o castano chiaro (estate), prediligi biondi freddi come il cenere o schiarisci/scurisci il castano con nuance fredde, evitando quelle dorate o ramate. Se hai i capelli biondi o decolorati, fra i colori creativi, prova il lavanda o il blu. 


gem pages image

Sottotono caldo

Per chi invece ha il sottotono caldo e capelli naturali biondi, castani o rossi (primavera), meglio optare per un biondo dorato o decidere di illuminare il castano o il rosso. Se hai i capelli biondi o decolorati, ti suggeriamo anche il rosa e il corallo. Se la tua stagione è l’autunno e la tua chioma è più scura – bionda, castana o rossa – puoi scaldarla o illuminarla oppure, se preferisci, scurirla ancora di più, in ogni caso usando tonalità calde.

Per ogni tipo di biondo, caldo o freddo, la nostra linea Heart of Glass ti offre tutto il necessario per proteggerlo e ravvivarlo, evitando che viri verso tonalità indesiderate.

L’armocromia dà un punto di partenza e una direzione  validissimi per usare i colori in modo consapevole e senza timore di sbagliare, così da trovare il giusto equilibrio tra la palette più adatta alla tua stagione, gusto individuale e personalità.
Davines - Trova un salone

Trova il salone Davines più vicino a te

Scopri i nuovi look e lasciati consigliare dai nostri professionisti!
Scopri di più
Capelli baciati dal sole: babylights, highlights e colpi di sole
Capelli baciati dal sole: babylights, highlights e colpi di sole HOW TO Adatte per capigliature chiare e scure, lisce e...
Armocromia e capelli: ad ognuno la propria stagione
Armocromia e capelli: ad ognuno la propria stagione HOW TO Ti è mai capitato? Lo splendido effetto che un certo...
Lavaggi e styling frequenti: l’importanza dei termoprotettori
Lavaggi e styling frequenti: l’importanza dei termoprotettori HOW TO Grazie al calore, la combinazione di spazzola e phon o la...

Iscriviti alla Newsletter