CONSEGNA GARANTITA PER NATALE SE ORDINI ENTRO IL 17/12

Letteratura, femminile plurale

DAVINES COMMUNITY

Si è conclusa la III edizione di inQuiete, il festival che dà voce alle scrittrici (e lettrici) di tutto il mondo. E dove ci sono le donne, anche Davines è presente...

Secondo il vocabolario, letteratura è un sostantivo di genere femminile e di numero singolare. Ma quando si parla di inQuiete, il festival di scrittrici di Roma, la letteratura diventa un concetto "plurale": un insieme di voci uniche, a volte dissonanti, eppure inclusive di tutte le sfumature dell'essere donna nella società contemporanea.

Un cambio di pensiero

La terza edizione di inQuiete ha registrato quasi il doppio delle presenze rispetto alle precedenti, con oltre 14000 visitatrici e visitatori, 140 ospiti, 70 appuntamenti in agenda e più di 1000 libri acquistati. Un successo che conferma quanto sia importante creare spazi di condivisione e incontro.

Ma qual è la chiave della fortuna di inQuieteIl suo essere espressione di un modo nuovo di ragionare, impegnato a cambiare la realtà in cui viviamo rendendo giustizia all’intelligenza e al talento di tutte le donne, facendo conoscere e ri-conoscere il loro pensiero.

Il festival delle donne

inQuiete è nato dall'idea di cinque donne: Barbara Kenny, Viola Lo Moro, Francesca Mancini, Maddalena Vianello e Barbara Piccolo. Alle loro spalle, l’esperienza decennale e l’energia della Libreria Tuba: la "casa madre", uno spazio libero e creativo che da dodici anni promuove le parole delle donne, una libreria ormai diventata punto di riferimento del femminismo a Roma. 

 

Noi ci ostiniamo a fare questo festival perché non riusciamo a stare ferme, perché non vogliamo restare a guardare, perché proviamo a migliorare - a partire da quello che sappiamo fare - la realtà che ci circonda, cercando di costruire una spazio e una città più accogliente per tutte e tutti. 
Quattro chiacchiere in Sal8

RiccioCapriccio, salone Davines di Roma, coltiva da sempre il proprio impegno a favore delle donne e della loro libertà di espressione. Per questo, ha organizzato anche all'interno del festival Inquiete l'incontro Sal8: uno spazio e un momento in cui le donne potessero confrontarsi liberamente.

 

Inquiete è un festival che porta cultura e valorizza la forza generatrice delle donne. RiccioCapriccio guarda sempre al di fuori delle proprie vetrine e non poteva mancare!

Alessandra Pucci

RiccioCapriccio Salon Owner

L'impegno di Davines

L'impegno di inQuiete è lo stesso che anche noi di Davines profondiamo ogni giorno nel nostro lavoro: attraverso i nostri prodotti e il nostro modo di fare impresa vogliamo portare un cambio di paradigma, che renda la nostra società più consapevole, inclusiva e sostenibile.

Photo credits ©Musacchio,Ianniello&Pasqualini